Piercing e Tatuaggi? Senza rischi grazie alla Procaina

Forse non hai mai pensato al fatto che un corpo estraneo inserito nella pelle come i piercingtatuaggi o alcuni tipi di filler o la presenza di un danno come ustioni anche microscopiche, cicatrici da taglio o da trauma possono contribuire in modo importante a far perdere vitalità prima alla pelle stessa e poi nel tempo anche altri tessuti ed organi?

Ogni cellula è circondata da una membrana cellulare di rivestimento costantemente polarizzata come una batteria. Questa membrana è attraversata costantemente da una leggerissima corrente elettrica e tutte le volte che viene applicato qualche stimolo, lei reagisce producendo una variazione della scarica di corrente normalmente presente.

In poche parole se io dovessi toccare con la punta di un’ago una membrana cellulare allora questa inizierebbe a emettere una scarica di corrente elettrica maggiore rispetto a quando sta a riposo e questa scarica continua fin quando non tolgo l’ago.

Inoltre questa scarica si trasmette anche alle cellule vicine e alle fibre nervose circostanti attraverso cui potrebbe anche essere trasmessa a distanza. Fino a questo punto nessun problema, almeno apparentemente. Quando lo stimolo disturbante dura troppo e la cellula è costretta ad emettere per lunghi periodi questa scarica di corrente elettrica, similmente ad una batteria, si scarica, perdendo sia la loro normale funzionalità che la capacità di produrre energia e quindi quel tessuto diventa patologico.

Se il tessuto in questione è la pelle il danno si manifesta con l’insorgenza dei segni dell’invecchiamento come rughe, macchie, colorito bianco – grigiastro, pelle meno elastica e spenta.

Ma fortunatamente non tutto è perduto perché noi abbiamo un’arma molto potente a disposizione: la Procaina.

Questa è un prodotto che viene utilizzato in Neuralterapia e quando viene iniettato in punti specifici della pelle è la nostra àncora di salvataggio perché:

  • spegne la scarica di corrente elettrica riportando il normale potenziale elettrico della membrana
  • impedisce che questa scarica di corrente elettrica si trasmetta a distanza mediante le fibre nervose

Per maggiori informazioni sui nostri servizi della pelle, ti consigliamo di consultare la pagina SkinSmart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *