Medicina Funzionale, Sintomi Vaghi e Patologie Croniche

Dato che la salute e il benessere delle persone sono la cosa più importante il lavoro del medico è in continua evoluzione: deve infatti rivelarsi efficace, sicuro e rapido nel ripristinare il naturale stato di salute che ci spetta di diritto.
Il mio lavoro di ricerca iniziò tanti anni fa, quando ancora lavoravo in Chirurgia Toracica.

Fu allora che compresi quanto fosse importante la relazione tra medico e paziente, proprio perché l’attenzione va posta prima sul malato poi sulla malattia.

Non ci sono due malattie perfettamente uguali perché non ci sono due malati perfettamente uguali!!

Dalla fisica quantistica oggi sappiamo che l’osservatore influenza l’oggetto osservato. Allo stesso modo, il medico può influenzare il decorso della malattia con il suo atteggiamento nei confronti del paziente.Questa consapevolezza mi ha spinto ad approfondire questa importante dimensione e oggi il mio approccio al paziente è basato principalmente sulla stimolazione della sua innata capacità di auto-guarigione.

Questa stimolazione si può ottenere utilizzando la Neuralterapia, il PPG Stress Flow, il RegMatex, la Coerenza Cardiaca, la fitoterapia, l’omeopatia e la nutraceutica, strumenti messi a disposizione dalla ricerca più recente.

Lo stile di vita errato, l’inquinamento ambientale, la cattiva alimentazione, lo stress psico-sociale e il sovraccarico di tossine in generale sono tutti fattori che nel tempo riducono la funzionalità dei riflessi neurali responsabili della capacità anti-infiammatoria di auto guarigione e autorigenerazione.

Ecco che iniziano a manifestarsi una serie di sintomi vaghi ed aspecifici (stanchezza, disturbi del sonno, disturbi della digestione, disturbi dell’umore, disturbi del ciclo mestruale, dolore osteomuscolare).

In assenza di un idoneo e tempestivo intervento, dalla fase dei sintomi vaghi si può facilmente  passare a quello di malattia conclamata come per esempio malattie cardiovascolari, malattie metaboliche, malattie del sistema digestivo, malattie autoimmunitarie, obesità e sovrappeso, invecchiamento cutaneo e invecchiamento generale precoce.La perdita di consapevolezza delle nostre profonde risorse e capacità di autoguarigione può influire sulle malattie attuali?

Possiamo ripristinare tali capacità, oltre che mediante un approccio strumentale medicalizzato, anche  recuperando un diverso modo di pensare a noi stessi e all’ambiente che ci circonda?

Si tratta di domande importanti da cui la medicina basata sull’essere umano non può prescindere.Per fare un esempio fin troppo attuale, se siamo davvero convinti che i virus e i batteri siano “la causa” delle malattie infettive a che varrebbe preoccuparsi delle condizioni del nostro sistema immunitario?

Se bastasse venire a contatto con un virus (dimenticando che nel nostro organismo ce ne sono diversi trilioni) a che cosa infatti servirebbe?

Anche se le statistiche ci mostrano con assoluta chiarezza che è il sistema immunitario che fa la differenza tra salute e malattia molte persone continuano a pensare in modo scientificamente errato, perdendo così l’occasione di trovare nelle risorse che la natura ha dato loro la vera e immutabile vis medicatrix.

Chiama il numero 334 9933044 per fissare un appuntamento